Il Castello di San Gaudenzio è la sede dei corsi TELS “A Summer at the Castle” e “English SPA Week“. Si trova a Cervesina, alle pendici dell’Oltrepò Pavese, l’area collinare celeberrima per le produzioni vitivinicole a 50 km da Milano, a sud di Pavia.

LA LOCATION

Il Castello di San Gaudenzio è un hotel 4****, un’oasi verde di relax nel cuore dell’Oltrepò Pavese, in Lombardia.
Un resort che dal 1977 offre il meglio dell’ospitalità italiana nella suggestiva cornice di un autentico castello del XIV secolo immerso in un rigoglioso parco secolare.
Un ristorante raffinato ed un hotel quattro stelle accogliente, per le famiglie, per ritrovarsi con gli amici oppure per soggiorni di lavoro.

Dal 2020 è sede dei soggiorni estivi TELS per adolescenti e adulti in lingua inglese.
La sua posizione vicino a Pavia è facilmente raggiungibile da Milano.

LE CAMERE

Le 45 camere dell’hotel, rimandano, negli arredi e nei colori, agli interni cinque-seicenteschi. Dodici stanze sono al piano superiore del castello, dove si trova anche la suite ricavata dall’antica camera da letto padronale. In questa suite, il 28 gennaio 2003 ha alloggiato S. M. Re Carlo Gustavo di Svezia e il 9 dicembre 1815 vi ebbe i natali l’ingegnere Severino Grattoni, progettista del traforo del Frejus. Curiosità che aumentano il fascino e l’incanto del luogo.
Le stanze al pian terreno, ricavate nei locali più recentemente ristrutturati affacciano sul lussureggiante giardino all’italiana che mostra, in bella vista, una maestosa fontana barocca.
Tutte le camere sono dotate di: TV con abbonamento Mediaset Premium e Sky TV, aria condizionata, frigobar con servizio in camera, telefono, asciugacapelli, cassaforte e su richiesta il servizio lavanderia.

Connessione internet WIFI gratuita per gli ospiti in tutte le aree del Castello.

Per i momenti di relax sono a disposizione la piscina coperta riscaldata dotata di tetto apribile in estate, il sistema per nuoto controcorrente, la palestra, l’ampio parco secolare ed il giardino all’italiana.

IL PARCO E IL GIARDINO RINASCIMENTALE

Scenario evocativo e romantico, preludio di quiete e riservatezza, il parco custodisce il castello come in uno scrigno verde e multiforme.
Platani, abeti, frassini, magnolie e pioppi, disegnano chiaroscuri seducenti, mutevoli nei colori delle stagioni, tracciano sentieri e aiuole contornate da mirto e cespugli da fiore. Alla maniera dei più suggestivi giardini rinascimentali, vi si trovano statue, una pergola e un tempietto, sempre immersi nella vegetazione e sempre allusivi alla natura e ai suoi frutti. La dea Flora, con il cesto di rose poggiato sul fianco, la dea Abbondanza, adornata di grappoli d’uva e simbolo di fertilità, sono benaugurali, presenze irrinunciabili nella messinscena del ricco e del bello classico.

E se il tempio vagamente palladiano, formato da sei colonne doriche sulle quali si abbarbica l’esotica Clematis, arricchito da sedili all’interno, invita al riposo e alla meditazione, la pergola sorretta da colonne in marmo di Vicenza e coperta da un tetto piatto in legno, rimanda a svaghi ricreativi, resi suggestivi dalla verzura di Partenocisso, verdissimo d’estate e scarlatto d’autunno. Sempre, passeggiare nel parco, respirarne gli umori, si trasforma in un’impareggiabile camminata tra le tinte delle stagioni e anticipa le mille piacevolezze che la struttura riserva al suo interno.

FOTO GALLERY