Tels Talks – Paolo Pizzocaro, un cittadino del mondo

[READ THE ENGLISH VERSION]

Paolo Pizzocaro, 53 anni è originario di Pavia, ma incarna perfettamente la definizione di “cittadino del mondo”. Ai primi viaggi con TELS da ragazzo, ne sono seguiti tantissimi altri di piacere e per lavoro soprattutto, come assistente di volo e come viaggiatore curioso e affamato di scoperte.
La sua #positivelight: be curious and never get enough of it!

Grazie Paolo, buona lettura!

Se avessi 5 minuti per raccontare la storia della tua vita che immagini e colori useresti?

Userei le immagini delle città che ho amato di più, che sono state tappe fondamentali nel percorso della mia vita e che, fino ad oggi, tracciano la mia piantina geografica personale:
Roma, Southampton, Amburgo, Oxford, Buenos Aires, Zanzibar Town, Hong Kong, Miami, La Habana, Lisbona, Colonia, Catania, Rio de Janeiro…

Userei tutti i colori necessari a connotare i volti e le espressioni di civiltà che più mi hanno emozionato. Vorrei potermi trasformare per quei 5 minuti in un pittore espressionista per delineare i true colors delle mie amate città.

Qual è il viaggio che ricordi con più piacere e quello che non vedi l’ora di fare?

Penso ai lay-over (ndr un lay-over flight è un volo che prevede per lo staff di cabina una pausa lunga prima di riprendere servizio per il volo successivo) durante i turni del mio lavoro che si sono ripetute negli anni e ricordo con più piacere i momenti trascorsi negli Stati Uniti, in particolare a Chicago, dove ho avuto la fortuna di tornare sempre e spesso, dove mi sento a casa anche across the water… Ricordo la Skyline, le passeggiate nel vento, sotto la neve, i pomeriggi in spiaggia in riva al lago e ovviamente le mostre nei musei, la visita alla scuola di architettura, i breakfast al Diner, le bistecche al ristorante che frequentava Al Capone e una serata con cena di gala per beneficenza con incontro di boxe al Chicago Art Institute.

Tutto questo mi è capitato in compagnia dei colleghi più simpatici, degli amici e perfino di alcuni miei familiari che hanno avuto la possibilità di seguirmi durante un turno di volo.

Non vedo l‘ora di passare un lungo periodo a Vienna, desidero da sempre un soggiorno che mi permetta di immergermi in quella città, nella sua cultura mitteleuropea, nelle sue abitudini, nella sua bizzarra variante della lingua tedesca.
Vedo già i suoi particolari tratti architettonici, quelli sociali e intellettuali e già respiro i profumi dei suoi caffè e delle sue Delikatessen.
Servus Vienna!

Cosa sai fare oggi, che non eri in grado di fare 1 anno fa?

So prendere parte a lezioni in DAD sia come insegnante che come studente, impegnato a vincere la mia avversità verso la tecnologia avanzata e la mia necessità di contatto con le persone.
So essere un paziente caregiver, mentre assisto i miei genitori, anche 24 ore al giorno, nella delicata fase della loro vecchiaia.

Se non ora, quando?

Ho imparato che il quando è ora.
Se non ora, adesso.
É tutto e solo una questione di ISness.

Quanto il Viaggio con TELS ha influito nella tua crescita Personale e Professionale?

Il primo viaggio di Tels è stato senza dubbio la spinta iniziale e la prova che stavo andando nella giusta direzione per la mia crescita culturale.
Avevo 18 anni e mi sentivo pronto ad attuare il mio desiderio più grande, ovvero affrontare il mondo per poterlo conoscere.
Ho partecipato a tre viaggi, mentre mi diplomavo e poi frequentavo un corso professionale post diploma per specializzarmi nel settore del turismo internazionale.

Poco dopo riuscivo nella mia ambizione; sono diventato assistente di volo e, sempre spinto dal mio desiderio di curiosità e conoscenza, ho apprezzato ogni turno di lavoro, anche quelli più pesanti, che mi mettevano di fronte alle situazioni più difficili, scomode e impensate.
Dai banchi della nostra scuola di Hedge End sono poi arrivato ai banchi dell’università, per laurearmi in lingue e culture moderne e sono ora al video del computer in DAD, mai sazio di conoscenza e di confronto.

Come se fosse un passaggio del testimone vi lascio la #positivelight che TELS mi ha sempre trasmesso: be curious and never get enough of it!

 


Paolo Pizzocaro, 53 anni, pavese. Studente di tedesco di Mariarosa Gatti [ndr CEO de I Viaggi di Tels] e studente Tels. Dopo il diploma diventa accompagnatore turistico e si specializza in inglese, francese e tedesco e inizia la carriera professionale come freelance.
Si trasferisce a Roma per lavorare come assistente di volo, diventa Cabin Manager su voli di corto, medio e lungo raggio.
A 30 anni torna a Pavia e si laurea in Lingue e Culture Moderne (tedesco, portoghese e spagnolo), e continua l’attività di volo.