Cosa mettere in valigia?

Preparare il bagaglio insieme può rendere più responsabili i figli in partenza per una vacanza studio

Viaggiando da tanti anni sia per conto nostro, sia con i ragazzi in Inghilterra, abbiamo avuto a che fare con le più disparate modalità di concepire, organizzare e ottimizzare contenuto e peso della valigia (come sapete le compagnie aeree impongono dei pesi limite sui bagagli da stiva, in fondo al post i link ai siti delle principali compagnie) e crediamo possa essere utile condividere le strategie più interessanti e anche qualche aneddoto esilarante… – chi si dovesse riconoscere nei fatti citati alzi la mano!

Tu come fai la valigia?

Ecco cosa è emerso dal brainstorming in cui noi del team Tels ci siamo confrontati su “tu come fai la valigia?”.

Cominciamo col dire che ci siamo resi conto che fare la valigia è un’attività che stimola tutte le 4 aree delle intelligenze emotive che piacciono tanto a noi di Tels: il giallo della fantasia quando si pensa a proprio tutto quello che potrebbe servire, il rosso perchè si scatenano le emozioni belle (l’aspettativa, l’immaginazione di cosa accadrà in viaggio…) e negative (l’ansia di dimenticare qualcosa, la paura che la valigia vada persa…), il verde del momento in cui, bilancia alla mano (che in inglese si dice scale, attenzione e non balance, false friend per equilibrio!) si trova il giusto mix tra ciò che serve veramente e ciò che possiamo lasciare a casa e infine il blu, la parte di noi che ci ricorda l’obiettivo finale: trarre il massimo dal viaggio avendo in valigia ciò che ci aiuterà nello scopo (medicinali, adattatore, abbigliamento e scarpe comodi, un quaderno per gli appunti…).

Fare la valigia insieme ai figli che sono in partenza per una vacanza studio è anche, secondo noi, un ottimo esercizio di responsabilizzazione dei ragazzi; per i più piccoli sarà utile stilare insieme una lista delle cose da portare e chiedere loro di reperirle in casa o nella loro stanza, accantonandole tutte in un luogo e insieme infilarle nella borsa/valigia insegnando tecniche per l’ottimizzazione dello spazio; per i più grandi invece potrebbe essere interessante lasciare che siano loro a creare la lista, discuterla insieme e supervisionare l’organizzazione del bagaglio lasciando a loro la risoluzione dei problemi di spazi e incastri vari.

Ottimizzare lo spazio in valigia

Per quanto riguarda le tecniche di gestione dello spazio in valigia, ognuno di noi ha la propria infallibile strategia: chi arrotola tutto, partendo dai jeans fino alla biancheria, chi insacchetta e mette sotto vuoto, chi stende tutto alla perfezione e sovrappone strati su strati, chi semplicemente piega tutto per bene e spera che lo spirito di Mary Poppins venga in aiuto!

Qualunque sia il metodo, un principio su tutti: “less is more” come diceva Steve Jobs. Viaggiare leggeri non solo aiuta a non stressarsi fisicamente e mentalmente, ma lascia lo spazio (anche spirituale) da riempire con emozioni, sensazioni e, perchè no?, oggetti e piccole cose legate al luogo in cui siamo stati e che una volta a casa ci faranno sentire sempre un po’ in vacanza.

Piccole cose, appunto… “Carlo, come pesa questa valigia, cosa ci hai messo, le pietre?” “Sì, la mia famiglia ospitante mi ha portato in gita al mare e ho raccolto dei sassi sulla spiaggia”… a proposito di aneddoti esilaranti!

Il peso della valigia

Scherzi a parte, come si può alleggerire la valigia senza sacrificare il comfort? Con qualche piccolo trucco:
– vestiti “trasversali”, che si possono sfruttare con la massima comodità in più situazioni e abbinamenti possibili
– prodotti da bagno in formato “travel size”, una volta giunti sul posto si potranno acquistare le confezioni più grandi
– vuoto per pieno: arrotolare calzini e biancheria e inserirli negli spazi e negli angoli vuoti
– mettere prima le cose più ingombranti e poi procedure man mano con quelle più piccole; così facendo si evita anche di stropicciare tutto!

Insomma, fare la valigia deve essere un piacere e già parte del viaggio! Speriamo con questo post di avervi dato qualche consiglio utile; se anche voi avete strategie geniali per I bagagli, fatecelo sapere: ilmetodotels@gmail.com

Per conoscere pesi e dimensioni dei bagagli consentiti dalle principali compagnie che volano in Inghilterra, potete visitare:
RyanairEasyjetAlitaliaBritish Airways

Questo post è verde perchè per riuscire ad arrivare alla valigia perfetta (che non esiste, non temete a meno che non siate George Clooney in Up in the Air!) serve organizzazione, equilibrio e armonia.

Grazie,
Il Tels Team