Come fare una presentazione in inglese? Idee e suggerimenti

Come fare una presentazione in inglese? Chi si sia trovato a dover raccontare in maniera efficace un’idea o un progetto a una platea internazionale sa quanto sia importante conoscere le tecniche di public speaking per avere successo nel mondo del lavoro e accademico.

In questo post abbiamo raccolto qualche consiglio pratico su come fare una presentazione in inglese coinvolgente e interessante per il proprio pubblico.

KISS – Keep It Simple and Short!

Innanzitutto, se l’inglese dello speaker è inferiore a B2 del CEFR, il primo consiglio è di non avventurarsi in espressioni e sintassi troppo complesse… 

In generale, la cultura anglosassone apprezza la sintesi, il pragmatismo e la capacità di andare straight to the point. Perciò, non preoccupatevi se non riuscite a usare strutture linguistiche particolarmente elaborate. L’importante è essere chiari e che il messaggio arrivi efficacemente; la presentazione andrà organizzata tenendo presente:

  1. gli argomenti di cui si vuole parlare
  2. gli obiettivi dello speech
  3. gli esempi a supporto delle idee espresse
  4. le conclusioni finali e i successivi passi da compiere

Preparare una presentazione in inglese – espressioni utili

Esistono alcune espressioni che possono aiutare nella stesura di una presentazione in inglese; ecco una breve lista…:

Benvenuto:

Good morning/afternoon ladies and gentlemen. Thank you for coming. My name is…

Introduzione dell’argomento:

Today I am going to talk about…

I want to make a presentation about…

Inizio:

Let me start by…

Firstly… Secondly… Thirdly…

Transizione:

Let us now talk about…

Now I will move to the next point…

Esempi:

For instance / for example…

Conclusione:

In conclusion…

To sum up… 

Slide: poche e significative!

Ovviamente utilizzare un software per creare delle slide (mandato in pensione il buon vecchio Powerpoint, esistono tante alternative online interessanti e facili da utilizzare – Canva, Prezi…) può essere una buona idea per dare maggiore struttura alla propria presentazione in inglese. Un uso eccessivo e sbagliato delle slide può tuttavia risultare controproducente, come spiegato in modo brillante in questo Ted Talk dal titolo “How to Avoid Death by Powerpoint”, di David JP Phillips.

In sintesi, può essere utile tenere a mente alcuni dei seguenti punti:

  1. Inserire soltanto un concetto per ogni slide
  2. Usare testo di colore chiaro con background scuro in modo da rendere le parole leggibili
  3. Evidenziare i passaggi-chiave
  4. Fare in modo che le slide siano sincronizzate con lo speech

Linguaggio del corpo e senso dell’umorismo

Ma a rendere efficace una presentazione – in inglese o in qualsiasi lingua – sono solo la nitidezza delle slide, la chiarezza della struttura dell’intervento o la proprietà di linguaggio? Certo che no. Altri elementi molto importanti sono il body language e la postura, così come la qualità e la chiarezza della voce. 

Lo spiega bene Amy Cuddy, psicologa sociale, in questo TED Talk su come la giusta postura e “presence” possano cambiare non solo la percezione che il pubblico ha dello speaker, ma anche che lo speaker stesso ha di sé, rafforzando quindi la sua autostima e rendendo il discorso più efficace:

 

Un’altra cosa da non dimenticare. Come suggerito da un professionista di teatro e televisione con cui mi sono confrontato recentemente, quando si parla in pubblico è fondamentale riuscire a far sorridere la nostra audience almeno una volta. Le persone sono disposte a seguire con maggiore attenzione chi riesce a farle ridere. Riflettendoci, è proprio vero!

Se questo consiglio sembra quanto mai azzeccato, il sense of humour è uno degli aspetti più delicati della comunicazione interculturale, per cui è sempre bena fare attenzione e studiare la cultura dell’audience onde evitare imbarazzi legati ad un differente senso dell’umorismo.

In bocca al lupo per le vostre presentazioni! Che strategie seguite? Avete consigli utili da condividere?